Diritti della famiglia

25 diritti indispensabili secondo Baze

Conoscere i diritti della famiglia è essenziale per assicurare una relazione lavorativa equilibrata e rispettosa. Questo include il diritto di ricevere un servizio di qualità, il rispetto delle esigenze familiari, la trasparenza nei compiti assegnati e la sicurezza in casa. Solo attraverso la consapevolezza e il rispetto reciproco si può creare un ambiente di lavoro armonioso e affidabile.

Badante e anziana parlano
1
.

Salario equo e puntuale

Icona Segno Più

Il diritto al salario equo garantisce che i lavoratori domestici ricevano una retribuzione giusta e adeguata per il loro lavoro. È fondamentale che il lavoratore sia pagato secondo le tariffe standard del settore e che i pagamenti siano puntuali.

Esempio: Maria lavora come governante e viene pagata ogni mese il 5. Il datore di lavoro deve assicurarsi che il pagamento sia effettuato senza ritardi.

Approfondisci l'articolo
1
.

Scelta del personale

Icona Segno Più

Il diritto del datore di lavoro alla scelta del personale implica che il datore di lavoro ha il diritto di selezionare e assumere il personale domestico che ritiene più idoneo per soddisfare le esigenze della casa, tenendo conto delle competenze, delle qualifiche e delle preferenze personali. È importante scegliere un lavoratore che soddisfi le esigenze specifiche della famiglia.

Esempio: Marta seleziona una tata con esperienza e referenze affidabili per prendersi cura dei suoi figli.

Approfondisci l'articolo
2
.

Riposi settimanali

Icona Segno Più

Il diritto ai riposi settimanali garantisce che i lavoratori domestici abbiano periodi di riposo regolari e adeguati ogni settimana. È comune che i lavoratori domestici abbiano diritto a un giorno libero per ricaricarsi.

Esempio: Carlos, un giardiniere, ha il diritto di non lavorare la domenica, a meno che non sia stato concordato diversamente con un compenso aggiuntivo.

Approfondisci l'articolo
2
.

Definizione delle mansioni

Icona Segno Più

Il diritto del datore di lavoro alla definizione delle mansioni implica che il datore di lavoro ha il diritto di determinare e descrivere le responsabilità e le attività che il personale domestico dovrà svolgere all'interno della casa. È importante definire con precisione cosa ci si aspetta dal lavoratore per evitare malintesi.  

Esempio: Luca specifica che la governante dovrà occuparsi della pulizia quotidiana e della gestione del bucato.

Approfondisci l'articolo
3
.

Vacanze annuali

Icona Segno Più

Il diritto alle vacanze annuali garantisce che i lavoratori domestici abbiano un periodo di riposo retribuito ogni anno.I lavoratori domestici, come altri lavoratori, devono poter godere di un periodo di vacanza retribuita.

Esempio: Sofia, che lavora come tata, ha diritto a due settimane di ferie pagate ogni anno, durante le quali può andare a trovare la sua famiglia.

Approfondisci l'articolo
3
.

Orari di lavoro

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di stabilire gli orari di lavoro del personale domestico, includendo il numero di ore lavorative giornaliere e settimanali, nonché i giorni e gli orari specifici in cui il personale è tenuto a essere presente e a svolgere le proprie mansioni. Gli orari devono essere ragionevoli e rispettare la normativa vigente.

Esempio: Anna stabilisce che la colf lavorerà dalle 9:00 alle 17:00 con una pausa pranzo di un'ora.

Approfondisci l'articolo
4
.

Orari lavoro regolari

Icona Segno Più

Il diritto agli orari di lavoro regolari garantisce che i lavoratori domestici abbiano una chiara e stabile distribuzione delle ore lavorative. Evitare orari di lavoro irregolari o prolungati senza preavviso.

Esempio: Antonio, cuoco privato, lavora dalle 9:00 alle 18:00. Il datore di lavoro deve rispettare questi orari salvo accordi diversi per eventi speciali.

Approfondisci l'articolo
4
.

Prestazioni lavorative

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di aspettarsi prestazioni lavorative adeguate e di qualità da parte del personale domestico, conformemente alle mansioni e alle responsabilità stabilite nel contratto di lavoro o nelle istruzioni date.

Esempio: Marco si aspetta che il giardiniere mantenga il giardino pulito e curato.

Approfondisci l'articolo
5
.

Sicurezza sul lavoro

Icona Segno Più

Il diritto alla sicurezza sul lavoro garantisce che i lavoratori domestici operino in un ambiente sicuro e salubre. Assicurarsi che la casa sia priva di rischi come fili scoperti, superfici scivolose, etc.

Esempio: Luisa, addetta alle pulizie, deve avere accesso a prodotti di pulizia non tossici e strumenti adeguati per evitare infortuni.

Approfondisci l'articolo
5
.

Rispetto della proprietà

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di aspettarsi che il personale domestico rispetti e mantenga l'integrità delle proprietà della casa e degli oggetti personali dei membri della famiglia. È importante per la conservazione degli oggetti di valore e per la sicurezza della casa.  

Esempio: Claudia si aspetta che la domestica utilizzi con cura le attrezzature della cucina.

Approfondisci l'articolo
6
.

Contratto di lavoro

Icona Segno Più

Il diritto al contratto di lavoro garantisce che i lavoratori domestici abbiano un accordo formale e scritto che definisca i termini e le condizioni del loro impiego. Contratti chiari prevengono malintesi e proteggono entrambe le parti.

Esempio: Giorgio ha un contratto che specifica il suo stipendio, orari di lavoro, compiti e altre condizioni.

Approfondisci l'articolo
6
.

Riservatezza

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di aspettarsi che il personale domestico rispetti la riservatezza e la confidenzialità delle informazioni personali, familiari e aziendali. È fondamentale per la privacy della famiglia.  

Esempio: Fabio si aspetta che il maggiordomo non divulghi informazioni personali a terzi.

Approfondisci l'articolo
7
.

Assistenza sanitaria

Icona Segno Più

Il diritto all'assistenza sanitaria garantisce che i lavoratori domestici abbiano accesso a cure mediche e a servizi di salute. Fondamentale per proteggere la salute del lavoratore.

Esempio: Martina, babysitter, ha l'assicurazione sanitaria che copre le spese mediche in caso di malattia o infortunio.

Approfondisci l'articolo
7
.

Disposizione dei materiali di lavoro

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di fornire e gestire i materiali di lavoro necessari per consentire al personale domestico di svolgere le proprie mansioni in modo efficace, efficiente e senza sprechi.

Esempio: Laura fornisce i prodotti per la pulizia e si aspetta che siano utilizzati in modo efficiente.

Approfondisci l'articolo
8
.

Contributi previdenziali

Icona Segno Più

Il diritto ai contributi previdenziali garantisce che i lavoratori domestici abbiano accesso alla previdenza sociale, che include la pensione, l'assicurazione contro la disoccupazione, la malattia e altre prestazioni sociali. È importante per garantire un futuro pensionistico dignitoso.

Esempio: Andrea, maggiordomo, ha i contributi previdenziali regolarmente versati dal datore di lavoro.

Approfondisci l'articolo
8
.

Conformità alle regole della casa

Icona Segno Più

Il lavoratore domestico deve rispettare le regole e le norme stabilite dal datore di lavoro per il funzionamento della casa. Le regole aiutano a mantenere l'ordine e la disciplina.  

Esempio: Sergio stabilisce che il telefono non deve essere usato durante l'orario di lavoro.

Approfondisci l'articolo
9
.

Formazione professionale

Icona Segno Più

Il diritto alla formazione professionale garantisce che i lavoratori domestici abbiano accesso a opportunità di sviluppo e miglioramento delle proprie competenze lavorative. I datori di lavoro dovrebbero incoraggiare lo sviluppo delle competenze.

Esempio: Clara, assistente domestica, partecipa a un corso di cucina finanziato dal datore di lavoro.

Approfondisci l'articolo
9
.

Termine del contratto

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di terminare il contratto con il lavoratore domestico secondo i termini previsti dal contratto stesso e dalle leggi vigenti.

Esempio: Andrea decide di terminare il contratto con la domestica dando il preavviso legale.

Approfondisci l'articolo
10
.

Privacy

Icona Segno Più

Il diritto alla privacy garantisce che i lavoratori domestici abbiano il diritto di mantenere la riservatezza della propria vita privata e delle informazioni personali. I lavoratori devono avere i loro spazi personali rispettati.

Esempio: Elias, un autista, ha il diritto di non avere la sua corrispondenza privata aperta o monitorata.

Approfondisci l'articolo
10
.

Richiesta di referenze

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di chiedere referenze per verificare le esperienze lavorative precedenti del lavoratore. È essenziale per assicurarsi della professionalità del lavoratore.

Esempio: Marta verifica le referenze della tata prima di assumerla.

Approfondisci l'articolo
11
.

Non discriminazione

Icona Segno Più

Il diritto alla non discriminazione garantisce che i lavoratori domestici siano trattati in modo equo e senza discriminazioni di alcun genere. È indispensabile trattare tutti i lavoratori con uguale rispetto e dignità.

Esempio: Anna, governante di origine straniera, deve essere trattata con lo stesso rispetto e avere le stesse opportunità dei colleghi locali.

Approfondisci l'articolo
11
.

Sicurezza personale

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di aspettarsi che il lavoratore domestico non metta in pericolo la sicurezza personale dei membri della famiglia. È fondamentale per la protezione della famiglia e della casa.  

Esempio: Laura si assicura che il giardiniere sia una persona affidabile e senza precedenti penali.

Approfondisci l'articolo
12
.

Pausa pranzo

Icona Segno Più

Il diritto alla pausa pranzo garantisce ai lavoratori domestici il tempo necessario per consumare un pasto adeguato durante la giornata lavorativa.

Esempio: Marco, giardiniere, ha diritto a una pausa pranzo di almeno un'ora durante il suo turno.

Approfondisci l'articolo
12
.

Modifica delle mansioni

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di modificare le mansioni, purché siano ragionevoli e rientrino nel contratto di lavoro.

Esempio: Marco richiede alla colf di aiutare anche con la cucina oltre alla pulizia.

Approfondisci l'articolo
13
.

Indennità di malattia

Icona Segno Più

Il diritto all'indennità di malattia garantisce ai lavoratori domestici un sostegno finanziario durante periodi di malattia che impediscono di lavorare. I lavoratori devono poter prendersi cura della loro salute senza perdere il salario.

Esempio: Laura, colf, è a casa con l'influenza e riceve comunque il suo salario.

Approfondisci l'articolo
13
.

Supervisione del lavoro

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di supervisionare e valutare la qualità del lavoro svolto dal lavoratore domestico. È importante per assicurare che il lavoro sia svolto correttamente.  

Esempio: Claudia controlla regolarmente la qualità del lavoro della domestica.

Approfondisci l'articolo
14
.

Congedo per maternità/paternità

Icona Segno Più

Il diritto al congedo per maternità / paternità garantisce ai lavoratori domestici il diritto di prendere un periodo di assenza dal lavoro per la nascita o l'adozione di un bambino. È importante garantire tempo per la famiglia e il nuovo nato.

Esempio: Giulia, domestica, ha diritto a un periodo di congedo maternità retribuito dopo la nascita del suo bambino.

Approfondisci l'articolo
14
.

Richiesta di formazione

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di richiedere al lavoratore domestico di partecipare a corsi di formazione pertinenti. È importante per migliorare le competenze del personale.    

Esempio: Fabio richiede al giardiniere di partecipare a un corso di potatura.

Approfondisci l'articolo
15
.

Trattamento umano e dignitoso

Icona Segno Più

Il diritto a un trattamento umano e dignitoso garantisce che i lavoratori domestici siano trattati con rispetto per la propria dignità e integrità personale durante l'impiego. È fondamentale per il benessere e la motivazione del lavoratore.

Esempio: Roberto, autista, viene trattato con rispetto e non viene mai umiliato o maltrattato.

Approfondisci l'articolo
15
.

Segnalazione di inadempienze

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di segnalare le inadempienze e prendere provvedimenti appropriati. È essenziale per correggere comportamenti e migliorare il servizio.    

Esempio: Anna segnala alla domestica quando nota che alcune stanze non sono state pulite correttamente.

Approfondisci l'articolo
16
.

Accesso ai servizi igienici

Icona Segno Più

ll diritto all'accesso ai servizi igienici garantisce ai lavoratori domestici la possibilità di utilizzare strutture sanitarie adeguate durante le ore di lavoro, rispettando normative sulla privacy e sulla pulizia. È essenziale per la dignità e il comfort del lavoratore.

Esempio: Elena, tata, può utilizzare liberamente il bagno durante il suo turno di lavoro.

Approfondisci l'articolo
16
.

Richiesta di documentazione

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di richiedere la documentazione necessaria, come certificati medici o permessi di soggiorno. È essenziale per verificare l'idoneità del lavoratore.  

Esempio: Sergio richiede un certificato medico alla babysitter per assicurarsi che sia in buona salute.

Approfondisci l'articolo
17
.

Strumenti di lavoro adeguati

Icona Segno Più

Il diritto agli strumenti di lavoro adeguati garantisce ai lavoratori domestici di avere accesso a strumenti, attrezzature e materiali necessari per svolgere le loro mansioni in modo sicuro ed efficiente.

Esempio: Federico, giardiniere, riceve attrezzi ben mantenuti e adatti alle sue mansioni.

Approfondisci l'articolo
17
.

Uso delle risorse domestiche

Icona Segno Più

È il diritto del datore di lavoro di stabilire regole sull'uso delle risorse domestiche come l'energia elettrica, l'acqua e altri beni per evitare sprechi e abusi delle risorse della casa.

Esempio: Laura monitora l'uso dei prodotti di pulizia per evitare sprechi.

Approfondisci l'articolo
18
.

Chiarezza sui compiti

Icona Segno Più

Il diritto alla chiarezza sui compiti garantisce ai lavoratori domestici di comprendere chiaramente quali mansioni devono svolgere e quali sono le aspettative del datore di lavoro.

Esempio: Silvia, addetta alle pulizie, ha una lista chiara delle stanze e delle attività da svolgere.

Approfondisci l'articolo
18
.

Gestione degli straordinari

Icona Segno Più

È il diritto del datore di lavoro di gestire e autorizzare gli straordinari secondo le necessità e le leggi vigenti. È essenziale per gestire situazioni eccezionali.    

Esempio: Marco chiede alla domestica di rimanere oltre l'orario per aiutare durante una cena speciale.

Approfondisci l'articolo
19
.

Tutela legale

Icona Segno Più

Il diritto alla tutela legale garantisce ai lavoratori domestici il diritto di essere assistiti legalmente in caso di controversie o violazioni dei loro diritti lavorativi.

Esempio: Tommaso, badante, può ricorrere a un avvocato in caso di dispute sul salario.

Approfondisci l'articolo
19
.

Sostituzione

Icona Segno Più

È il diritto del datore di lavoro di sostituire il lavoratore domestico seguendo le procedure contrattuali e legali per garantire la continuità del servizio.    

Esempio: Claudia sostituisce la colf con un'altra quando si accorge che il lavoro non viene svolto adeguatamente.

Approfondisci l'articolo
20
.

Rispetto dei giorni festivi

Icona Segno Più

Il diritto al rispetto dei giorni festivi garantisce ai lavoratori domestici il diritto di godere dei giorni festivi riconosciuti senza essere obbligati a lavorare, a meno che non sia necessario per l'essenzialità del servizio.

Esempio: Alessia, cuoca, non lavora durante le festività principali a meno che non venga pagata una tariffa extra.

Approfondisci l'articolo
20
.

Rispetto delle scadenze

Icona Segno Più

Il lavoratore domestico deve rispettare le scadenze per le attività e i compiti assegnati dal datore di lavoro. È essenziale per l'organizzazione della casa.

Esempio: Anna stabilisce che la pulizia settimanale deve essere completata entro venerdì.

Approfondisci l'articolo
21
.

Sciopero

Icona Segno Più

Il diritto di sciopero garantisce ai lavoratori domestici il diritto di interrompere il lavoro in modo collettivo per migliorare le condizioni lavorative, ottenere migliori compensazioni o risolvere dispute con il datore di lavoro.

Esempio: Riccardo, domestico, partecipa a uno sciopero per migliori condizioni lavorative senza timore di essere licenziato.

Approfondisci l'articolo
21
.

Utilizzo delle informazioni lavorative

Icona Segno Più

È il diritto del datore di lavoro di utilizzare le informazioni lavorative fornite dal dipendente per gestire e organizzare il lavoro domestico e ottimizzare il flusso di lavoro e l'efficienza.    

Esempio: Sergio utilizza un registro delle attività svolte dalla domestica per migliorare la pianificazione.

Approfondisci l'articolo
22
.

Rispetto delle norme di sicurezza

Icona Segno Più

Il diritto al rispetto delle norme di sicurezza garantisce ai lavoratori domestici di lavorare in un ambiente sicuro e salubre, conforme alle normative di sicurezza sul lavoro.

Esempio: Martina, governante, riceve una formazione sulle norme di sicurezza domestica.

Approfondisci l'articolo
22
.

Richiesta di feedback

Icona Segno Più

Il diritto alla richiesta di feedback consiste in richiedere feedback per migliorare la qualità del servizio e il rapporto di lavoro e per creare un ambiente di lavoro collaborativo.  

Esempio: Fabio chiede regolarmente alla babysitter se ha suggerimenti per migliorare l'organizzazione della casa.

Approfondisci l'articolo
23
.

Possibilità di lasciare il lavoro

Icona Segno Più

Il diritto alla possibilità di lasciare il lavoro garantisce ai lavoratori domestici il diritto di interrompere il loro impiego in qualsiasi momento, secondo le normative contrattuali e legislative vigenti.

Esempio: Enrico, custode, decide di cambiare lavoro e dà un preavviso di due settimane.

Approfondisci l'articolo
23
.

Tutela della famiglia

Icona Segno Più

Il datore di lavoro ha il diritto di aspettarsi che il lavoratore domestico contribuisca alla sicurezza e al benessere della famiglia.

Esempio: Claudia verifica che il nuovo giardiniere abbia buone referenze e nessun passato penale.

Approfondisci l'articolo
24
.

Riposo giornaliero

Icona Segno Più

Il diritto al riposo giornaliero garantisce ai lavoratori domestici il diritto di avere periodi di riposo adeguati durante la giornata lavorativa. È essenziale per mantenere l'energia e la produttività.

Esempio: Anna, domestica, ha diritto a brevi pause durante la giornata per riposarsi.

Approfondisci l'articolo
24
.

Richiesta di puntualità

Icona Segno Più

È il diritto del datore di lavoro di aspettarsi che il lavoratore domestico sia puntuale e rispetti gli orari di lavoro stabiliti. È importante per la gestione efficiente delle attività domestiche.

Esempio: Laura si aspetta che la colf arrivi puntualmente alle 8:00 ogni mattina.

Approfondisci l'articolo
25
.

Formazione sulla sicurezza

Icona Segno Più

Il diritto alla formazione sulla sicurezza garantisce ai lavoratori domestici il diritto di ricevere istruzioni e formazione specifica sulla sicurezza sul lavoro per garantire che il lavoratore sia consapevole dei rischi e sappia come prevenirli.

Esempio: Davide, manutentore, partecipa a un corso sulla sicurezza nell'uso degli attrezzi domestici.

Approfondisci l'articolo
25
.

Ispezione

Icona Segno Più

È il diritto del datore di lavoro di ispezionare il lavoro per assicurarsi che sia svolto correttamente e secondo gli standard di pulizia e manutenzione richiesti.

Esempio: Sergio ispeziona regolarmente le stanze dopo la pulizia per verificare la qualità del lavoro.

Approfondisci l'articolo

Hai un lavoratore domestico e vuoi delegare tutto la noiosa burocrazia a meno di un caffè al giorno?

Baze offre una soluzione digitale ed innovativa che ti crea mensilmente cedolini, buste paga e tutti i documenti di cui hai bisogno con un solo click. Cosa aspetti?

Iscriviti ora e scopri di più
Baze Frame
BLOG

Articoli più popolari

Costo Lavoratore Domestico

Calcolo del Costo Mensile per Colf

Diritti dei lavoratori domestici

Aumenti Moderati: Come Cambiano le Retribuzioni di Colf e Badanti nel 2024

News & Eventi

Intervistato il CEO di Baze Davide Lauria in Merita Business Podcast