Diritto al termine del contratto

Diritto
Dovere
Lavoratore
Famiglia

Termine del contratto

Il datore di lavoro ha il diritto di terminare il contratto con il lavoratore domestico secondo i termini previsti dal contratto stesso e dalle leggi vigenti.

Esempio: Andrea decide di terminare il contratto con la domestica dando il preavviso legale.

FAQ

Risposte a domande comuni

Posso terminare il contratto del lavoratore domestico in qualsiasi momento?
Icona Segno Più

Puoi terminare il contratto del lavoratore in conformità con le leggi vigenti, che possono includere un periodo di preavviso o altre condizioni specifiche.

Quali sono le condizioni per terminare un contratto di lavoro domestico?
Icona Segno Più

Le condizioni possono includere il mancato rispetto delle mansioni, comportamenti inappropriati o altri motivi previsti dalla legge. È importante seguire le procedure legali per la risoluzione del contratto.

Come posso comunicare la terminazione del contratto al lavoratore?
Icona Segno Più

Puoi comunicare la terminazione del contratto in forma scritta, fornendo tutte le informazioni necessarie come il motivo della terminazione e il periodo di preavviso.

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro

Articoli CCNL correlati

Art.41 Trattamento di fine rapporto (T.F.R.)

Icona Segno Più

1. In ogni caso di cessazione del rapporto di lavoro, il lavoratore ha diritto a un trattamento di fine rapporto (T.F.R.) determinato, a norma della legge 29 maggio 1982, n. 297, sull'ammontare delle retribuzioni percepite nell'anno, comprensive del valore convenzionale di vitto e alloggio: il totale è diviso per 13,5. Le quote annue accantonate sono incrementate a norma dell'art. 1, comma 4, della citata legge, dell'1,5% annuo, mensilmente riproporzionato, e del 75% dell'aumento del costo della vita, accertato dall’ISTAT, con esclusione della quota maturata nell'anno in corso.

2. I datori di lavoro anticiperanno, a richiesta del lavoratore e per non più di una volta all'anno, il T.F.R. nella misura massima del 70% di quanto maturato.

3. L'ammontare del T.F.R. maturato annualmente dal 29 maggio 1982 al 31 dicembre 1989 va riproporzionato in ragione di 20/26 per i lavoratori allora inquadrati nella seconda e terza categoria.

4. Per i periodi di servizio antecedenti il 29 maggio 1982 l’indennità di anzianità è determinata nelle seguenti misure:

A. Per il rapporto di lavoro in regime di convivenza, o di non convivenza con orario settimanale superiore alle 24 ore:

1) per l'anzianità maturata anteriormente al 1° maggio 1958:

a) al personale già considerato impiegato: 15 giorni per anno per ogni anno d'anzianità;
b) al personale già considerato operaio: 8 giorni per ogni anno d'anzianità;

2) per l'anzianità maturata dopo il 1° maggio 1958 e fino al 21 maggio 1974:

a) al personale già considerato impiegato: 1 mese per ogni anno d'anzianità;
b) al personale già considerato operaio: 15 giorni per ogni anno d'anzianità;

3) per l'anzianità maturata dal 22 maggio 1974 al 28 maggio 1982:

a) al personale già considerato impiegato: 1 mese per ogni anno d'anzianità

b) al personale già considerato operaio: 20 giorni per ogni anno d'anzianità.

B. Per il rapporto di lavoro di meno di 24 ore settimanali:

1) per l'anzianità maturata anteriormente al 22 maggio 1974: 8 giorni per ogni anno d'anzianità;

2) per l'anzianità maturata dal 22 maggio 1974 al 31 dicembre 1978: 10 giorni per ogni anno d'anzianità;

3) per l'anzianità maturata dal 1° gennaio 1979 al 31 dicembre 1979: 15 giorni per ogni anno d'anzianità;

4) per l'anzianità maturata dal 1° gennaio 1980 al 29 maggio 1982: 20 giorni per ogni anno d'anzianità. Le indennità, determinate come sopra, sono calcolate sulla base dell'ultima retribuzione e accantonate nel T.F.R.

5. Ai fini del computo di cui al comma 4, il valore della giornata lavorativa si ottiene dividendo per 6 l'importo della retribuzione media settimanale o per 26 l'importo della retribuzione media mensile in atto alla data del 29 maggio 1982. Tali importi devono essere maggiorati del rateo di gratifica natalizia o tredicesima mensilità.

Approfondisci l'articolo

Hai un lavoratore domestico e vuoi delegare tutto la noiosa burocrazia a meno di un caffè al giorno?

Scopri una soluzione digitale ed innovativa che ti crea mensilmente cedolini, buste paga e tutti i documenti di cui hai bisogno con un solo click. Cosa aspetti?

Iscriviti ora e scopri di più
Baze Frame

Non sei ancora registrata su Baze? Crea il tuo profilo oggi!

Cosa aspetti? Crea il tuo profilo, ricevi opportunità uniche e trova il lavoro giusto per te.

Baze è la piattaforma che aiuta i lavoratori domestici a trovare un lavoro in regola in famiglie affidabili.

Crea il tuo profilo su Baze
Baze Frame
BLOG

Articoli più popolari

Calcolo del Costo Mensile per Colf
Costo Lavoratore Domestico

Calcolo del Costo Mensile per Colf

Aumenti Moderati: Come Cambiano le Retribuzioni di Colf e Badanti nel 2024
Diritti dei lavoratori domestici

Aumenti Moderati: Come Cambiano le Retribuzioni di Colf e Badanti nel 2024

Intervistato il CEO di Baze Davide Lauria in Merita Business Podcast
News & Eventi

Intervistato il CEO di Baze Davide Lauria in Merita Business Podcast